10 ANNI INSIEME: LA GRAN FESTA DELLA VIRTUS BASKET TARANTO

100 atleti degli anni 2000/2006, impegnati nei campionati giovanili;

126 miniatleti del minibasket degli anni 2007/2013;

microatleti di anni 4/5, associati ad un Ente di promozione;

4 tecnici federali FIP; 5 istruttori di Minibasket; 5 dirigenti.

E’ la “forza lavoro” dell’ASD VIRTUS PALLACANESTRO TARANTO, una vera e propria fucina di giovani talenti per la Pallacanestro di terra jonica.

Una disciplina sportiva molto formativa dal punto di vista psicofisico, più che sport in senso stretto.

Alcuni giorni fa la benemerita Associazione ha festeggiato i 10 anni di attività sportiva con una numerosa partecipazione dei suoi atleti, miniatleti, amici, genitori ed appassionati del basket.

Una riuscitissima e gioiosa manifestazione, non a caso sotto l’etichetta 10 anni insieme”, svoltasi nella “casa madre”, la palestra del tensostatico dell’Istituto Archimede di Taranto.

Nata nel 2009 per volontà di una coppia di amici appassionati della pallacanestro, l’associazione svolge, per statuto, la sua attività esclusivamente per minori nella fascia di età tra i 5 e 17 anni.

“10 ANNI INSIEMEvuol significare lo stretto legame tra la società satellite, la Virtus e la consorella più grande, il Cus Jonico, dove i ragazzi del vivaio Virtus, raggiunti i 18 anni, possono diventare grandi ed esperti giocatori di basket nei campionati nazionali.

Più di qualcuno dei “prodotti migliori” del vivaio, formatisi e messisi in buona evidenza nei campionati maggiori, tra serie Ce B, ha trovato giusto spazio in grandi società del nord.

Insomma c’è chi costruisce le preziose fondamenta e chi costruisce il palazzo. Un bel connubio!!

Trattandosi di perseguire obiettivi sportivi dal forte connotato formativo e sociale, quali la solidarietà, la lealtà ed il rispetto delle regole e del prossimo, la Virtus ha stretto legami con la BOYS Taranto di basket in carrozzina per disabili fisici e con l’ASH BASKIN Taranto per le altre tipologie di disabili. Una collaborazione dal sensibile significato di inclusione sociale e sportiva che permette di mettere insieme, nel gioco, ragazzi normodotati tesserati Virtus e disabili.

La Virtus ha un palmares di tutto rispetto: campioni regionali Under14 nel 2015; seconda classificata nel regionale Under18 dello stesso anno; ancora seconda nel regionale Under16 del 2016; campione regionale Under18 di Eccellenza pugliese nel 2017; quarta classificata nell’interzona Under18 Eccellenza con Lazio, Campania e Puglia; campioni regionali Under17 èlite nel 2017. In questa stagione 2018/19, la Virtus partecipa ai campionati Under18 DNG Eccellenza regionale, Under15 Eccellenza, under14 Elite regionale, Under13 provinciale ed a tutti i tornei di minibasket delle varie categorie.

I corsi di minibasket si svolgono nella palestra dell’Istituto Comprensivo Martellotta, nel tensostatico Archimede e nella palestra dell’Itis Pacinotti. I campionati giovanili nell’Archimede e nel Pacinotti. Come si vede, un’attività davvero intensa e dispendiosa dal punto di vista economico.

Proprio così! Sottolinea Enzo Festinante, presidente Virtus. E’ sempre la solita storia, quella dell’affannosa ricerca di disponibilità di strutture sportive per svolgere la variegata gamma della nostra attività. Per fortuna, riusciamo ad arginare questi problemi con la buona sinergia dei dirigenti delle scuole menzionate e dell’Istituto Pacinotti, che peraltro è l’unica in grado di ospitare, per spazi regolamentari, i nostri campionati. Essendo l’unica, però, ha un costo quasi da monopolio. Dobbiamo, quindi, fare buon viso a cattivo gioco. Se le amministrazioni pubbliche, però, si adoperassero affinché si potessero utilizzare altre strutture, come la gloriosa Ricciardi, forse per noi le cose potrebbero migliorare, anche dal punto di vista economico, così da destinare le risorse risparmiate alla migliore gestione dell’attività.”

Il demiurgo dell’associazione risponde ad un nome molto familiare a chi conosce la storia della pallacanestro jonica: al secolo Ciccio Stola, gran giocatore grintoso e Persona di grandi valori, come tutti i suoi compagni della Virtus peraltro: “questa festa mi dà forti emozioni, perché è la dimostrazione del nostro lavoro in tutti questi anni. E’ tanto bello vedere tanti ragazzi di ogni età correre e calpestare gioiosamente questo parquet, insieme alle loro famiglie ed agli amici degli amici. E’ il premio visibile ai tanti sforzi che facciamo per onorare al meglio questo nostro meraviglioso sport ma, soprattutto, è la festa della fratellanza tra diverse anime sportive che hanno a cuore un unico obiettivo: dare sostanza e concretezza alle belle parole, che si dicono ma che, spesso, non sono seguite dai fatti. Lo slogan che abbiamo scelto, lo testimonia:

“10 ANNI INSIEME”. Insieme con il Cus Jonico, con i ragazzi del basket in carrozzina, con quelli del Baskin, senza dimenticare la neonata Ad Maiora che sta riproponendo il blasone femminile del Cras ed altre. Noi siamo aperti a qualsiasi altra collaborazione perché crediamo fermamente che tutti insieme possiamo produrre risultati sempre migliori dal punto di vista sia tecnico che sociale, che poi è l’obiettivo più significativo”.

Una finalità ben condivisa dalla giovane “mammina” del gruppo, che si prende cura dei più piccoli:

Roberta Stola…naturalmente! Tutto bello questo, che premia nostri 10 anni di sacrifici.Noi desideriamo formare, prima di tutto, le Persone, poi i giocatori, se vogliono diventarli. Il nostro compito di educatori è, soprattutto, quello di fornire ai nostri ragazzi gli strumenti per vivere al meglio la loro vita in società, in stretta collaborazione con i genitori. Crediamo sia il compito principale di ogni educatore prima ancora di quello di istruttore!!!” Toni Cappuccio